fbpx
it

Login

Registrati

Dopo aver creato il tuo account, sarai in grado di controllare le tue prenotazioni, lo stato dei tuoi pagamenti e potrai anche recensire le varie esperienze.
Username*
Password*
Conferma Password*
Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*
Paese*
* Creando il tuo account accetti Termini e Condizioni e Privacy di SiciLife.com.
Please agree to all the terms and conditions before proceeding to the next step

Già Iscritto?

Login

I luoghi di Montalbano.

Quando iniziò a raccontare le gesta del buongustaio e moralmente integro ispettore Salvo Montalbano, nei suoi primi racconti, Andrea Camilleri non avrebbe probabilmente mai immaginato quel che la sua penna stava andando a determinare. 

Un crescente mix di curiosità, stupore e meraviglia trasformatosi presto in desiderio di visitare e conoscere tutti quei luoghi che hanno fatto – e ancora fanno – da cornice alle gesta del più famoso dei commissari della letteratura contemporanea italiana.

I capolavori di Andrea Camilleri attualmente sono letti in trenta lingue e la serie tv ispirata al suo romanzo è stata trasmessa in oltre 60 paesi, dagli Stati Uniti al Sud America, dall’’Asia al resto d’Europa.

I più affezionati, di certo, avranno notato che i luoghi descritti nei libri e quelli visti nella fiction tv non coincidono sempre: gli esperti parlano di “sdoppiamento di personalità dei luoghi”. 

Le località di Vigata e Montelusa, che nei romanzi corrispondono ai paesaggi dell’agrigentino dove lo scrittore è cresciuto, nella fiction si materializzano nell’area iblea

In effetti, l’area dell’agrigentino è risultata “povera” dal punto di vista scenografico, ed è per questo motivo che la scelta del set è ricaduta sugli incantevoli paesaggi della provincia di Ragusa.  È qui che convivono l’architettura barocca, la densa vegetazione di ulivi e carrubi ed i tipici muretti a secco. 

In generale, la fiction di Montalbano gravita attorno a Ragusa Ibla, Donnafugata, Puntasecca e Scicli. Sono proprio questi fantastici luoghi i protagonisti del nostro Tour alla scoperta dei luoghi del commissario Montalbano.

Nella meravigliosa Ragusa Ibla, ricostruita in stile tardo barocco, i luoghi ripresi nella fiction sono l’affascinante giardino ibleo, con fontane e chiese del Seicento, e il Corso 25 Aprile, dove – oltre ad affacciarsi numerosi negozietti e botteghe tipiche – si incontrano in sequenza la trattoria preferita dal commissario, il commissariato di Vigata (in Piazza Pola) e la piazza di Vigata (Piazza Duomo), dove non potrete che restare affascinati dal meraviglioso Duomo di San Giorgio

In una vasta distesa ricca di carrubi e ulivi, invece, scorgerete il Castello di Donnafugata: una costruzione dell’Ottocento emblema di stili e gusti differenti. Dalla sua terrazza apprezzerete una vista mozzafiato e, quando girerete per il parco, riaffioreranno nella vostra mente le diverse scene della fiction.

Dove si trova la casa di Montalbano poi? Nel piccolo villaggio di pescatori di Punta Secca. Marinella infatti non è altro che il bellissimo borgo che si affaccia sul Mediterraneo, frazione di Santa Croce Camerina. Rimanendo in zona potrete ammirare il caratteristico faro di origine borbonica alto 37 metri.

La Val di Noto ha offerto un enorme contributo alla fiction con la sua splendida architettura barocca offerta dalla cittadina di Scicli: qui potrete ammirare il palazzo del Municipio (che ha dato la scenografia alla stanza del Questore di Montelusa) e Palazzo Iacono (dove vengono girate le scene esterne alla Questura di Montelusa). 

Un giro per la provincia di Ragusa è d’obbligo se siete amanti delle vicende del commissario più amato in Italia: vi perderete tra natura, arte, cultura, cinematografia, buon cibo e meravigliosi panorami sul mare. 

Articolo a cura di Sabry

Foto cover di Gabriella Buccarello (gabryb.79)

Lascia un commento